Vai al contenuto principale

Graffiti e street art a Rotterdam, dal passato al presente

Uno dei posti migliori nei Paesi Bassi per avvistare street art e graffiti è Rotterdam. Laddove Heerlen afferma di essere la "capitale dei murales" dei Paesi Bassi, Amsterdam si occupa della necessaria "street art e graffiti fix" e Utrecht è un grande museo a cielo aperto, Rotterdam sta lavorando duramente per unire tutte queste qualità e forse anche superare esso.

La scena stradale contemporanea di Rotterdam è straordinariamente varia e colorata. Con decine di murales comunali e tanti esempi di graffiti illegali che si contendono l'attenzione, soprattutto lungo la ferrovia, i tunnel della metropolitana e l'autostrada. Leggi in questo blog articolo di più sulla storia dei graffiti e arte di strada a Rotterdam.

Rotterdam è un museo pubblico per il quale non devi pagare. La collezione è costituita da una forte tradizione di street art gratuita transfrontaliera e murales di street art di livello internazionale.

Un pezzo di storia della street art di Rotterdam

I primi esempi di street art e graffiti che si sono manifestati nelle strade di Rotterdam sono arrivati ​​negli anni '70 dal movimento punk. Questa scena era principalmente incentrata sulla band punk "Rondos", fondata da un gruppo di studenti del Accademia di Belle Arti Rotterdam. Hanno rifiutato le tecniche tradizionali come il disegno, l'incisione e la pittura e le hanno sostituite con slogan dipinti sui muri della città.

Inoltre, hanno usato fatti in casa stencil a forma di topo, carro armato o martello con falce, ritagliato con cura dal cartone e spruzzato sulle pareti. Erano piccoli e sobri, ma presenti in gran numero per le strade, e la precisione della tecnica lo faceva sembrare un po' ufficiale e dignitoso. Poco dopo, il topo ha persino ricevuto il suo fumetto: "Red Rat", il soprannome dell'artista e cantante della band punk.

Che il topo è un animale popolare da rappresentare nell'arte di strada e cultura dei graffiti (si pensi a Dr. Rat, Blek le Rat, Banksy e persino Mikki Waus) non è ovviamente una coincidenza: a parte il fatto che il topo era un animale domestico popolare nella scena punk, l'animale simboleggia la strada e tutti coloro che si sentono rifiutati dalla società . E per citare Banksy: "Un topo esiste senza permesso".

Ratto rosso

Ratto rosso

La brigata cilena (pittore)

Nello stesso periodo a Rotterdam il 'Colonna cilena' istituito per i rifugiati della giunta cilena (dittatura militare). La struttura, alta 10 metri, si ergeva sul piazzale vicino all'ingresso della Stazione Centrale dal 1975 al 1984/85, e fungeva da 'colonna di comunicazione'. Grandi dipinti colorati e testi impegnati come 'Junta got' e 'Chili free' adornavano la superficie e attiravano l'attenzione dei passanti.

Anche l'artista Jorge 'Kata' Nuñez è fuggito dal regime. Nel 1979 ha fondato a brigata di pittura che ha realizzato murales politicamente impegnati in tutti i Paesi Bassi: "Abbiamo comunicato con la nostra arte, era uno sbocco ideale". La maggior parte del lavoro della brigata da allora è scomparsa e anche la colonna è stata rimossa dal comune intorno al 1990.

Per fortuna ci sono ancora murales di Kata Nuñez in mostra in città. Nella Zwartepaardenstraat, nel quartiere Cool, puoi ammirare il dipinto 'El Trotamundos' (il viaggiatore del mondo) del 2007. E se guardi da vicino e sei consapevole del background storico-artistico, vedrai che il murale si riferisce ai dipinti sulla famosa colonna cilena. Nel 2018, Kata, tornato nel suo paese d'origine nel 2012, ha restaurato il murale durante una visita a Rotterdam, facendo tornare l'opera come nuova.

Anni '80: l'inizio della cultura dei graffiti in Europa

All'inizio degli anni '80, anche i graffiti sono apparsi in città da un'angolazione completamente diversa. Attraverso l'emergente cultura hip hop Rotterdam conobbe una forma diversa di arte all'aperto. Sorprendentemente, il nuovo impulso da questa direzione è stato portato non solo dalla metropolitana, ma anche quasi immediatamente dall'establishment.

Ad esempio, nel 1982 la stessa municipalità di Rotterdam ha introdotto l'artista di graffiti 'LEE' (Lee George Quinones) a Rotterdam per realizzare un dipinto sulla Lijnbaan nell'ambito di Townpainting (un programma istituito nel 1974 dalla Rotterdam Art Foundation per abbellire la città). Allo stesso tempo, il Museum Boijmans van Beuningen ha acquistato anche opere di Jean Michel Basquiat, Seen e Dondi e la Gallery Black Cat ha già mostrato opere di Keith Haring.

Il 'Piece of Lee' è ora anche visto come la prima espressione pubblica della cultura hip-hop e dei graffiti in Europa. Oltre a questo pezzo, Lee è con graffiti i fan sono noti per il suo ruolo nell'ormai leggendario film "Wild Style" in cui interpreta uno dei ruoli principali al fianco di Lady Pink.

I primi lavori degli americani nei Paesi Bassi sono interessanti per la storia, ma per quanto riguarda gli artisti locali? Ad esempio, chi a Rotterdam appartiene ai writers fin dall'inizio e come si è sviluppata ulteriormente la scena dopo gli anni '80?

La trasformazione dai graffiti alla street art

Rotterdam è stata quindi coinvolta nei graffiti tradizionali fin dall'inizio e molti artisti di handstyle sono ancora attivi fino ad oggi. CES53 è uno scrittore del genere fin dall'inizio. La sua opera gigantesca consiste in gran parte nel lavoro di Rotterdam, ma questo artista si è anche fatto un nome a livello internazionale. È stato uno dei primi artisti di graffiti che dipinse treni in Olanda, Belgio e Germania.

Da bambino è stato ispirato da ciò che ha visto sui canali televisivi americani. Quando finalmente è arrivato a Rotterdam e ha visto gli esempi della scena punk sui muri, è stato un piccolo passo per lui prendere il pennarello e partecipare. Dopo aver visto il documentario Guerre di stile ha adattato le sue dimensioni e i suoi materiali e ha iniziato a spruzzare lavori più grandi. Opera che si può ammirare ancora oggi.

Un altro scrittore che è stato lì all'inizio di Rotterdam è TIME. Mentre alcuni immortalano la loro "eredità" in un libro tangibile, TIME (Bad Boyz Inc.) è come pittore di graffiti entrò nei proverbiali libri dalla prima ora. E non si è mai fermato.

Se l'essenza dei graffiti è la demarcazione del territorio, TIME è riuscita a farlo a Rotterdam al massimo: non solo è onnipresente, ma lo è stato continuamente fin dall'inizio. In questo modo incarna pienamente l'impulso e la mentalità della cultura dei graffiti.

Fino a poco tempo si poteva leggere il suo nome dall'edificio Correct, ora demolito. Questo bellissimo edificio era vuoto da anni e mostrava una bella collezione di stili e abilità di vari graffiti e artisti di street art dalla scena di Rotterdam.

Il numero di "nomi" di Rotterdam riconosciuti a livello internazionale è considerevole. Arte di strada artisti come Bier en Brood, Telmo Miel, Nina Valkhoff, Tymon de Laat, Ox-Alien, il già citato Ces53, Edo Rath, Daan Botlek, Mr. June, Said Kinos, Danny Rumbl e Eelco van de Berg godono di un grande riconoscimento nazionale e internazionale.

Una figura chiave nella scena di Rotterdam è Rotterdamgraffiti010, ha iniziato a scrivere nel 1989 nei tunnel del tram di Rotterdam South. "Dipinge" ancora, ma oggigiorno si fa sentire soprattutto come collezionista di opere di street art (locale) e artisti dei graffiti a Rotterdam su Instagram.

Di recente ha recitato in un ruolo durante la jam di graffiti BEST KEPT SECRET presso l'edificio in demolizione vicino alla stazione ferroviaria sud di Rotterdam. Quell'edificio, in Rosestraat 1001, sembra un residuo di un tempo dimenticato, invaso da una tempesta di artisti anonimi agli estranei, proprio come volevano i partecipanti alla jam.

Agenzie di street art e piattaforme artistiche

La città non è a corto di uffici di progetto, organizzazioni legate alla street art e piattaforme artistiche. Pensiamo ad esempio alla piattaforma per l'arte contemporanea Opperclaes, la CBK, Maison Savant e HipHop In Je Smoel. Quest'ultima organizzazione si occupa di riscrittori difficile per la scena della street art e dei graffiti di Rotterdam e organizza anche il festival annuale di street art POW! OH! Rotterdam. Ogni anno la città è piena di nuova arte di strada, da allegra e colorata a audace e stimolante.

Molto murales di street art si trovano in zone meno privilegiate della città, ai frontoni di case a schiera come il "Lupo vestito da pecora" del 2021 di Nils Westergard (Nilsvra) op Zuid. O su pareti temporaneamente esposte a causa di lavori di demolizione, come il dipinto di Telmo Miel e Sebas Velasco del 2017 in Hartenruststraat. Questo gigantesco murale presto non sarà più visibile a causa dello sviluppo urbano nell'Oude Noorden.

Sempre nell'area M4H di recente sviluppo, arte di strada a Rotterdam utilizzato come 'miglioratore di quartiere'. Durante il primo POW! OH! nel 2018 vari fabbricati e capannoni di stoccaggio della vecchia e fatiscente area portuale sono stati dotati dell'art. Puoi ancora vedere gli enormi murales di quel periodo, inclusa la collaborazione tra gli artisti Dopie.dsk e its.Narda sulla banchina del porto di Marconistraat. Il pesce gigante si fonde perfettamente con l'ambiente e si presenta nella tipica tavolozza di colori audace di Dopie.

Il fatto che la street art e i murales siano utilizzati per dare una spinta culturale a un quartiere oa un quartiere non è una novità. Questa forma di marketing cittadino è stato applicato con successo in tutto il mondo negli ultimi anni. La street art può essere utilizzata in molti modi per migliorare il quartiere, ad esempio trasformando trasformatori e scatole elettriche in oggetti d'arte. Maggiori informazioni sulle possibilità di street art sulle case dei trasformatori.

Dopie & Narda @ccartlover

Dopie & Narda @ccartlover

Durante l'edizione 2021 di POW! OH! Rotterdam Il fornitore di arte extraterrestre di Rotterdam, Ox-Alien, ha creato la sua più grande opera da solista fino ad oggi. Questa volta non nel suo caratteristico rosa, visti i colori naturali dell'ambiente. Il fatto che le sue opere non debbano essere sempre grandi per catturare l'attenzione si può notare in molti luoghi della città. Nella Oude Noorden ha lasciato diverse opere su pannelli di legno, tra cui alcuni occhi stupidi semplicemente eseguiti sul Bergweg.

Inizia così Ox-Alien, quando ancora lavorava in casa sotto il nome di P. Bloem su pannelli di legno, che poi inchiodava in vari luoghi della città. Ox-Alien fa parte del 2001 fondato Lastplak-collettivo, un gruppo eterogeneo di artisti, scrittori e designer di street art. La collaborazione tra queste personalità, ognuna con il proprio stile e personaggi, si traduce di volta in volta in una vivace 'banda' di colori, follia visiva con una buona dose di umorismo in prospettiva.

Ultima fetta su Edificio corretto @ccartlover

Ultima fetta su Edificio corretto @ccartlover

Arte di strada 2.0 – digitalizzazione

A Rotterdam incontrerai tutte le forme di arte di strada e dall'inizio del 2021 anche una forma digitale. Un buon esempio di come la street art continui a svilupparsi sono le animazioni, i video e le illustrazioni che sono state mostrate durante il progetto HIJSLights sulle pareti del magazzino di Santos e sulla Paul Krugerstraat.

Le opere multidisciplinari – comprese quelle del giovane artista audiovisivo Wes Broersen e del graphic designer Mister Adam (Adam Oostenbrink) in collaborazione con Jurriaan Hos – sono state visibili attraverso proiezioni e schermi per diverse ore dal primo crepuscolo come forma moderna di Arte di strada di Rotterdam.

Nella grafica animata di Adam e Hos, il testo "sì" ruotava come uno "spillo", ma rimaneva comunque leggibile grazie al design e alle lettere: un gioco con la forma e il testo. Con Wes si tratta di una combinazione di immagini in movimento e suoni, in cui è speciale che si occupi del design, del software e della parte audio.

Street Art a Rotterdam, la conclusione…

Nell'attuale scena stradale di Rotterdam, la forma regolamentata di arte di strada molto presente. Artisti dai Paesi Bassi e dall'estero danno ai quartieri nuovi e svantaggiati da sviluppare l'impulso desiderato per svilupparsi ulteriormente con il colore e la figurazione. L'idea alla base è che questi murales e murales rendere il quartiere (temporaneamente) più vivace e fornire connessioni tra residenti, generazioni e culture.

Inoltre, c'è l'art. Questo movimento non necessita di autorizzazione e ruota interamente attorno all'espressione autonoma dell'artista. Vede le mura della città non come proprietà comunale, ma come una tela per tutti. Gli autori lavorano in modo anonimo, rapido, rigoroso, al di fuori dell'orario di ufficio e non si conformeranno mai alle aree di tolleranza designate dal comune.

Si potrebbe dire che Rotterdam è un museo di street art per il quale non si deve pagare. La collezione: una potente tradizione di street art libera e transfrontaliera, colorata murales di street art e politica comunale.

Se visiti Rotterdam, ci sono buone probabilità che ti imbatterai anche in street art in un negozio, ristorante, bar, club o hotel. Sempre più esercizi di ristorazione stanno scoprendo il potere dell'arte di strada e come questo può contribuire all'atmosfera, all'esperienza e al carattere del luogo. Leggi di più su arte di strada nel settore della ristorazione come in ristoranti, club, hotel e negozi.

Non hai ancora finito di leggere sulla street art? Dai un'occhiata anche a questo blog messaggi: I murales di Heerlen come un grande museo a cielo aperto, L'origine dei graffiti ad Amsterdam of Arte di strada nei quartieri di Utrecht.

Vuoi saperne di più sui graffiti e sulla street art?

Hai domande, commenti o suggerimenti su graffiti e arte di strada a Rotterdam? Oppure vuoi saperne di più sulla storia, prenotare un tour di street art o farti realizzare su commissione un murale di street art? Contatta uno dei nostri specialisti e ricevi maggiori informazioni o un preventivo senza impegno.

Contattaci